Guida all’acquisto: come scegliere il tuo smartphone?

Ci sono molte referenze di smartphone disponibili sul mercato? Diventa difficile scegliere quella che meglio si adatta al vostro uso, a seconda che siate un utente esperto o principiante, un utente frenetico o occasionale, giovane o vecchio, che abbia familiarità con le nuove tecnologie o meno? Questa piccola guida cercherà di guidarvi attraverso questa giungla.

iPhone

UNO SMARTPHONE PER QUALE SCOPO?

Questa è la prima domanda che devi farti. Se siete alla ricerca di uno smartphone principalmente per effettuare chiamate, controllare le vostre e-mail o navigare in Internet, avete davvero bisogno dell’ultimo stile Samsung Galaxy S10 o iPhone X? Potrai accedere a tutte queste funzioni – con maggiore o minore fluidità – su tutti gli smartphone, compresi i modelli più economici (meno di 200 €). Piuttosto che investire in prodotti di fascia alta, mantenere la quantità risparmiata per il trattamento degli accessori (protezione, cuffie, supporti, ecc….). Alcune marche si sono specializzate in modelli con un rapporto qualità/prezzo vantaggioso, con la Wiko francese in prima linea. Nuovi giocatori stanno cercando di affermarsi in questo mercato, come Logicom e Honor, il secondo marchio più accessibile di Huawei.

Se avete un uso più esteso con l’uso di funzioni come foto o multimedia, uno smartphone di fascia media sarà più adatto (tra 200 e 400 €). Dotati di sensori migliori e più potenti, rappresentano un buon equilibrio tra budget ragionato e prestazioni. Questa categoria di prodotti è molto affollata e ci sono ottimi prodotti a Samsung, HTC o Nokia. Un buon piano: date un’occhiata ai modelli di alta gamma dell’anno precedente, spesso ci sono buone occasioni da fare e i prodotti in questione rimangono di ottima qualità.

Concludiamo con la categoria più esigente, quella degli utenti che cercano il meglio del momento. Sono quelli che stanno strappando gli ultimi mostri di potere da Samsung, Apple, Sony o LG. Sono senza compromessi in termini di qualità fotografica, fluidità, potenza (specialmente per i giochi), finiture e qualità di visualizzazione. E sono disposti a pagarne il prezzo. Questa categoria comprende un iPhone X, un LG G7, un Samsung Galaxy S9+, un Xiaomi Mi Mix 2S o l’ultimo Huawei P20 Pro e persino il Honor 10.

QUALI SONO I CRITERI DI SELEZIONE?

– LA DIMENSIONE

Tra un fantasma da 6,3 pollici e uno smartphone da 4,7 pollici, questo è il grande divario. Se guardi spesso i video, se sei un grande appassionato di videogiochi o se usi il tuo smartphone per l’office automation o in generale in un contesto professionale, un grande schermo offre maggiore comfort sia per la consultazione che per l’input. Uno schermo più piccolo, d’altra parte, sarà più facile da inserire in una tasca e più facile da maneggiare. La tendenza attuale è verso i grandi schermi, che è una delusione per gli appassionati di smartphone di piccolo formato. Quando si tratta di conciliare il piccolo formato e la configurazione high-end, con la sua XZ2 Compact e l’iPhone SE non c’è niente di più di Sony a rischiare.

– LA RISOLUZIONE DELLO SCHERMO

Anche in questo caso, tutto è disponibile sul mercato, dagli smartphone entry-level con risoluzione anemica ai modelli di fascia alta con alta risoluzione e ancora oggi 4K. Oltre al fatto che l’altissima definizione non è sempre giustificata su uno schermo che rimane piccolo, l’inflazione dei pixel induce schermi sempre più energivori, e da lì le vere autonomie che tendono a bloccarsi.

CONNETTIVITÀ

Il 4G LTE è ora disponibile di serie su quasi tutte le gamme di smartphone, compresa la gamma entry-level. Per quanto riguarda wifi e Bluetooth, si possono trovare anche su tutti i modelli, oltre che sul GPS. Per quanto riguarda il wifi, preferisci quando possibile uno smartphone compatibile con wifi ac, più stabile e veloce.

– IL SISTEMA OPERATIVO

E’ una questione di gusto. Senza entrare nei dettagli, Android è oggi molto dominante (oltre l’80% del mercato) e offre grande libertà all’utente. Come conseguenza diretta, è anche la meno sicura, poiché concentra la stragrande maggioranza dei virus e di altri malware sui telefoni cellulari. D’altra parte, iOS di Apple è noto per la sua sicurezza e facilità d’uso, ma rimane un sistema chiuso, con i vincoli che questo implica.

A questo proposito, può essere coerente rimanere sullo stesso ecosistema, e scegliere un iPhone se si è già su Mac, anche se non è obbligatorio. La sincronizzazione sarà notevolmente facilitata. Un altro aspetto da tenere in considerazione è il numero di applicazioni disponibili nei diversi negozi. iOS e Android sono ancora all’avanguardia con centinaia di migliaia di applicazioni gratuite o a pagamento.

CONNETTIVITÀ

A parte i casi speciali di Apple, è consigliabile preferire modelli con lettore di schede di memoria per espandere la capacità di archiviazione e con uscita video (Hdmi o MHL) per visualizzare l’immagine dello smartphone su un grande schermo. Per quanto riguarda quest’ultimo punto, molti smartphone stanno ora trascurando questo tipo di connettività e favoriscono la duplicazione dei display wireless (mirroring). Una porta OTG USB (o Host) vi permetterà di collegare dispositivi – incluse chiavette USB o dischi rigidi esterni – al vostro smartphone. Va notato che USB-C sta iniziando a mettere radici ovunque.

– LA FUNZIONE FOTO

Divenuta un uso essenziale sugli smartphone, la funzione fotografica ha fatto grandi progressi dai primi sensori. Attenzione alle cifre sorprendenti dei produttori, milioni di pixel non sono tutto. Devono essere presi in considerazione altri criteri importanti, come lo zoom, la funzione HDR (processo di ottimizzazione delle riprese), Flash Led, modalità Panorama, stabilizzazione o modalità Burst. Anche le opzioni di modifica e condivisione non dovrebbero essere trascurate. Lumia e Sony sono rinomati per la qualità dei loro sensori per smartphone. Quest’ultimo offre anche obiettivi dedicati agli smartphone con sistema operativo Android o iOS.

– LE CARATTERISTICHE TECNICHE

Più potente è il processore e più RAM, più fluido e confortevole sarà il vostro smartphone, specialmente nei videogiochi 3D. Anche se questo non è sempre il caso, un processore Quad Core (4 core) è generalmente più adatto per usi impegnativi. Sempre più modelli di fascia alta offrono ora un processore Octo Core (8 core). 2 GB di RAM è ora la dimensione minima di unione sulla maggior parte degli smartphone, ma ci sono prodotti di fascia alta con 4 o addirittura 8 GB installati. Anche il chip grafico è un fattore.

AUTONOMIA

E’ il soggetto che ti fa arrabbiare. Molti smartphone, che sono molto bravi, stanno pescando a causa della loro ridotta autonomia. Un indicatore è la potenza della batteria (misurata in mAh). Più alto è il numero, maggiore dovrebbe essere l’autonomia. Ad eccezione di altri criteri, come l’interfaccia, l’overlayer del produttore, il tipo di utilizzo, ecc. Si noti inoltre che le notifiche, la luminosità dello schermo selezionata o il Bluetooth hanno un impatto significativo sul consumo energetico dello smartphone. Attenzione agli annunci dei produttori, sono spesso molto ottimisti. A questo proposito, il feedback degli utenti può essere una vera miniera d’oro.

FUNZIONALITÀ CORRELATE

Alcune caratteristiche possono essere un criterio di scelta. Ad esempio, la presenza di un chip NFC consente una connessione semplificata semplicemente contattando dispositivi compatibili. Lo slot per doppia SIM card sarà utile per i viaggiatori che possono integrare una carta SIM prepagata senza rimuovere la carta principale durante il viaggio. La funzione Miracast consente di trasmettere i contenuti in modalità wireless su uno schermo compatibile. Infine, i modelli top di gamma sono più spesso dotati di lettore di impronte digitali, per una maggiore sicurezza.